Giapponizzati, racconti viaggio di moda

Capi creati da stilisti di fama e designer emergenti, sarti e ospiti internazionali che hanno interpretato il tema del giapponismo: in esposizione, allestiti come opere d'arte, antichi kimono, obi, hakama, provenienti da collezioni private. E' 'Giapponizzati. Racconti di un viaggio di moda', evento che ripercorre l'influenza della cultura giapponese sulla moda italiana e non solo, ospitato dall'8 giugno all'8 luglio nella Chiesa di San Carlo a Modena. La mostra, a cura di Stefano Dominella, presidente della Maison Gattinoni Couture, narra il fenomeno del giapponismo ma anche l'intreccio di diverse culture che hanno dato luogo a fenomeni socio-economici, politici e di costume e ripercorre l'iter cadenzato da stili e periodi diversi, tra revival e contemporaneo. Punto di partenza è il viaggio di Hasekura Tsunenaga, primo samurai-ambasciatore che nel 1615 portò in Italia parte dell'orientalismo. Nel '900 furono le giapponesi a cominciare a scegliere abiti occidentali e a farsi chiamare 'moga', modern girl.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce di Pistoia
  2. Sassuolo 2000
  3. Il Resto del Carlino
  4. La Voce di Pistoia
  5. NewsRimini.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Montecreto

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...